Dal 12 febbraio al via il ciclo di incontri “La ricerca dell’essenziale”, tre appuntamenti durante i quali Michelangelo Galliani e il curatore Alberto Zanchetta incontreranno e dialogheranno con personalità artistiche del nostro tempo, alla ricerca di una contaminazione di linguaggi e del confronto, sempre foriero di arricchimento personale e culturale, di punti di vista e sensibilità differenti.

La rassegna prende il via sabato 12 febbraio alle ore 17 presso il Castello di Montecchio Emilia con l’incontro “L’arte tra non-finito e in-finito”, un dialogo con Jonny Costantino, cineasta e scrittore, e Nicola Samorì, pittore e scultore.

Il secondo appuntamento è in programma sabato 26 febbraio alle ore 17.00 al Castello medievale con l’incontro “Dalla grafite al marmo” con Lorenzo Respi, direttore del FMAV.

La rassegna si concluderà domenica 27 marzo sempre alle ore 17.00 presso il Castello medievale con “Il labirinto e lo specchio” un dialogo con il poeta e pittore Gian Ruggero Manzoni.

***

La rassegna è all’interno della sesta edizione del progetto culturale “Profeti in patria: Cammini d’artista a Montecchio Emilia” che vuole promuovere il dialogo e il confronto con gli artisti del territorio, creando occasioni di condivisione con i cittadini, per incontrare l’arte laddove nasce, nelle parole e nei pensieri di chi l’ha scelta come percorso di vita.

Marzo 27, 2022

La ricerca dell’essenziale

Dal 12 febbraio al via il ciclo di incontri “La ricerca dell’essenziale”, tre appuntamenti durante i quali Michelangelo Galliani e il curatore Alberto Zanchetta incontreranno e […]
Marzo 27, 2022

Il diverso, il barbone, l’immigrato fra gli anni trenta e il nostro presente

BOLOGNA, MARZO-MAGGIO 2022 Rassegna cinematografica a cura del Collettivo Làbas con la partecipazione di Manlio Iofrida e Francesco Cattaneo (Università di Bologna), Jonny Costantino (cineasta e […]
Marzo 31, 2022

Il cerchio spezzato

“La situazione ambientale, oggi divenuta drammatica, è lo specchio della nostra incapacità, come specie, di essere in relazione con il pianeta che ci ospita”. Sette artisti […]